Archivi tag: illustrazione

due cose belle

che ho scoperto in questi ultimi giorni.

una: Deep Sea Green.
una band londinese che spacca davvero.
li ho scoperti ieri, tornando dal lago, ascoltando radio dolomiti..stavano intervistando il bassista, Marco Menestrina (l’illustrazione in homepage sul suo sito è del bravo Tom Baxter), un filmmaker trentino fuggito a Londra, che ha trovato nella musica la sua ragione d’esistere.
la loro musica ricorda un po’ i The Black Keys (che io a-do-ro) e la mia canzone preferita è Nowhere To Hide. potete ascoltare l’intera discografia sul loro sito.
magari mi capiterà di vederli live, sarebbe bello!

due: Christopher Lee + Kristine Songco.
una coppia mitica! lui un illustratore bravissimo, lei una blogger cuoca.
oltre ad essere bellissimi e tenerissimi, hanno un blog che tengono insieme (in realtà credo scriva sempre Kristine) e nel quale postano tutto ciò che fanno, dai macarons alle cartoline illustrate (in vendita qui), dai loro viaggi alle feste di compleanno..con bellissime foto! (:
bello davvero, tanti spunti e tante idee da cui lasciarsi ispirare!

la terza cosa bellissima è lo short movie di oggi: BIKES – Crashing into love di Raoul Paulette.

[vimeo 12932608 w=600&h=500]
Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

s**t!

mi si è cancellato tutto!
stavo scrivendo un post (del quale, devo dire, ero anche piuttosto soddisfatta) che non leggerete mai..di riscriverlo non se ne parla proprio. non ora, almeno.

anzi, oggi sciopero anche dallo short movie.
vi beccate una mia illustrazione, che ci sta proprio bene stasera.
tiè.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

pazienza zero

oggi sono di corsa davvero, ma questa cosa dovevo scriverla per forza:
non cel’ho fatta ad aspettare fino a lunedì..li ho chiamati questo pomeriggio.
e lunedì vado a trovarli! (:

sono felicissima e al tempo stesso agitatissima..
l’impressione che ho avuto, parlando al telefono, è positiva.
ho parlato con una ragazza molto gentile.

non vedo l’ora che sia lunedì (:
nel week end devo rimboccarmi le maniche sul materiale da consegnare!

lo short movie che vi lascio oggi è una bellissima animazione 2D di Martin Allais, che trovo molto vicina al mio modo di disegnare.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

ferma i piedi e fai andare la testa

ho appena scritto a quelli di BigRock per sapere se posso andare a visitare la scuola prima del 15 giugno. però non sono sicura che gli sia arrivato il messaggio, perchè Safari mi ha dato errore. speriamo bene. in ogni caso, se non ricevo risposta, lunedì li chiamo.
il problema è che da qui a lunedì controllerò la mail almeno dieci miliardi di volte (sarebbe divertente contarle sul serio. eheh. gli sviluppatori di Google potrebbero includerlo come tool opzionale di Gmail).

sono già lì, con la testa, viaggio troppo velocemente.. mi sto facendo aspettative enormi, sulla base di nessuna certezza, a parte la mia voglia esagerata di cogliere quest’occasione.
prima di leggere quel fatidico articolo su Repubblica.it ero sicura al 99% che a settembre sarei andata due settimane in Olanda per l’Incubate, un mega festival della cultura indipendente a cui partecipa gente da tutto il mondo. ma se BigRock mi dice di sì rinuncerò al festival senza alcuna esitazione (potrò sempre partecipare il prossimo anno!).

‘partire, viaggiare, viaggiare, partire..’
non serve allontanarsi tanto per farlo, a volte si può anche stare fermi. sul posto.
e detto da una che domani mattina prenderebbe due vestiti e uno spazzolino e partirebbe, zaino in spalla, per mete sconosciute..vuol dire che qualcosa sto imparando, in questi anni, in questi mesi, in questi giorni.

un mio caro amico, giovane illustratore di talento, è volato fino a Londra e ci è rimasto sei mesi.
è partito con l’idea di trovare aria fresca, occasioni nuove, spazio per i suoi disegni.
in quei mesi si è dovuto preoccupare di trovare una sistemazione e un lavoro.
lo ha trovato subito, il secondo giorno, perchè è un tipo in gamba. era un lavoro come cameriere, indispensabile per pagarsi l’affitto. ma deleterio per la sua creatività.
non aveva più tempo, energie, risorse per disegnare.
è sicuramente cresciuto come persona, ha affrontato da solo delle sfide, si è sentito indipendente ed autosufficiente. ma non ha avuto modo di coltivare e dar da mangiare al suo talento artistico, che è la cosa più importante per lui, la cosa di cui vorrebbe un giorno vivere e che lo gratifica più di tutto.

ecco perchè, per ora, cerco di tenere a freno i miei piedi e di far viaggiare tanto la mia testa.
voglio crescere, costruire, coltivare la mia passione per l’illustrazione e l’animazione.
voglio scoprire nuove realtà e di sicuro non voglio perdere il contatto con l’estero (i social network sono utilissimi in questo, il 95% dei miei contatti su twitter sono stranieri) perchè credo che guardarsi attorno (e avanti) sia sempre fondamentale, se si vuol migliorare, qualsiasi mestiere si faccia. ma è bene cominciare dalle realtà più vicine che, per stupidità o ignoranza, ho spesso snobbato, ma che riservano fantastiche sorprese (ad esempio, mi sono persa il concorso Create24, e quando l’ho scoperto mi sono mangiata le mani!)

con questo non dico che non viaggerò più. anzi, spero di essere presto dall’altra parte del mondo.
ma, quando ci andrò, saprò che quello che ho costruito qui ha avuto un senso.
e questo è un pezzettino di quello che sto facendo, di cui ho parlato nel post di ieri.

Enjoy (;

[vimeo 43613644 w=600&h=500]
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,