Archivi tag: blog

GOODBYE PEOPLE AND MANY THANKS!

Era da un po’ che non scrivevo qui: il mio nuovo blog è online!

Chi mi legge fin dai primi post, saprà che Mimancaunblog è nato lo scorso giugno per tentare di vincere una borsa di studio per un master in Computer Grafica presso BigRock, per ottenere la quale era richiesta esperienza di blogging (che non avevo, ma che ho provveduto ad avere..).

Visto che quella borsa di studio l’ho vinta sul serio e sto frequentando il master (che vi racconto su twitter e qui), questo blog non ha più ragione di esistere.

E’ stato un bel viaggio, ma è adesso che inizia il bello.

Seguitemi e buon BigRock a tutti! (:

[vimeo 55940368 w=600 h=500]
Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

DAY ONE

oggi è iniziato il master XV! il nostro master!

dopo tanta attesa e tante fantasie su come sarebbe stata questa giornata, finalmente è arrivata..

la mattinata è stato il momento delle presentazioni e di un’introduzione generale, dove ci siamo trovati per la prima volta tutti insieme, seduti fianco a fianco, a darci pizzicotti per capire se fossimo ancora in un sogno, non convinti che la realtà potesse essere davvero così bella.

nel pomeriggio abbiamo dato inizio al primo modulo di lezioni, mettendo le mani su Autdesk Maya e assaggiando le primissime nozioni di modellazione 3D.

l’entusiasmo è a mille, la voglia di fare-imparare-crescere anche. spero davvero che riusciremo tutti a viverci al meglio quest’avventura, che ci farà sudare e in alcuni casi anche disperare, ma che sarà una palestra di vita fantastica e un’esperienza che difficilmente dimenticheremo.

ragazzi, mettiamocela tutta (:
ORA siamo Big Rockers!

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

facciamo una prova?

L’altro giorno sono stata a Big Rock.
Ho scritto questo post, ma solo oggi ho il tempo di pubblicarlo. Enjoy (:

Levataccia stamattina.
Ho dormito poco, ma è bastato il primo ‘bip’ della sveglia a farmi saltare in piedi bella pimpante.
Dopo più di due ore di strada (persino il TomTom qui a Roncade perde il senso dell’orientamento) approdo in un parcheggio desolato. L’atmosfera mi sembra subito diversa dall’altra volta in cui ero stata qui. I rumori che sento ricordano più un cantiere edile che una scuola di computer grafica.
E, in effetti, quando entro ci sono scatoloni ovunque, biciclette ovunque (?), avvitatori e tavoli e sedie  e pannelli di compensato e cassette degli attrezzi. Ovunque. 
Mi chiedo cosa stia succedendo..
Pochi minuti ed è Marco a dissipare ogni mio dubbio. Mi spiega che alla fine di ciascun master si riordina tutto e si prepara la scuola per i nuovi masteristi, perché è bello che trovino tutto nuovo e pensato apposta per loro. A questo giro, poi, visto che c’è una ‘valangata’ di iscritti è proprio una rivoluzione.
Marco mi fa fare un tour per i tre piani dell’edificio, mi presenta alcuni dei ragazzi (studenti, alcuni dei quali si stanno improvvisando arredatori d’interni), mi ‘scalda l’atmosfera’. Dopodiché mi molla una 5D Mark III tra le mani e scompare. 
Ora tocca a me.
Oggi ho capito che Big Rock è un luogo di sfide, dove tutto ciò che fai si trasforma in un’occasione per metterti alla prova e tirare fuori il meglio che puoi.
Così inizio a girovagare per aule e corridoi e, cercando di non disturbare chi è al lavoro, sbircio e fotografo tutto ciò che cattura la mia attenzione. Non so bene perché, nè con quale logica, vado semplicemente d’istinto. 
Ed è sempre l’istinto (o forse l’inguaribile curiosità) che mi porta, pochi minuti dopo, a scavalcare il cancello di una ex base missilistica qua vicina insieme a Leo, uno dei Red, che mi spiega che quello è il loro parco giochi, dove si recano se hanno esercitazioni da fare, come in questo caso, o per farsi la guerra con le pistole ad aria compressa. Niente di più normale, no?
Finita l’esplorazione torniamo a scuola, dove qualcuno sta lavorando sodo. E prima di andare a pranzo esco dalla stanza con nelle orecchie un mucchio di termini strani tipo ‘flattalo’, ‘togli lo specular’, ‘ricomposita’, ‘fammi lo still’…di cui posso solo intuire il significato, ma che vorrei tanto comprendere al 100%.
Pranziamo tutti assieme in una specie di mensa gratis (non ho visto nessuno tirare fuori il portafogli per pagare, devo qualcosa a qualcuno??) dove non ho problemi con le mie fisse alimentari perché è tutto a buffet e nessuno viene a farti storie se sei vegan o di qualche altra specie.
Mi sento a mio agio, anche se forse da fuori non si direbbe: parlo poco, ma è solo perchè mi piace ascoltare. E guardare con occhi ancora un po’ estranei ciò che presto mi sarà familiare. Certo che, visti così, qui sembrano tutti un po’ pazzi…
…e io mi sento già un po’ Big Rocker. (:

Ci tenevo a postarlo, è stata una mattinata ‘top’.
E grazie Franco e Maria che mi avete fatto da taxi (:
Qui sotto il video dei Red che terminano la loro avventura a BigRock, alcuni di loro li ho conosciuti!
[vimeo 48611069 w=600&h=500]
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

due cose belle

che ho scoperto in questi ultimi giorni.

una: Deep Sea Green.
una band londinese che spacca davvero.
li ho scoperti ieri, tornando dal lago, ascoltando radio dolomiti..stavano intervistando il bassista, Marco Menestrina (l’illustrazione in homepage sul suo sito è del bravo Tom Baxter), un filmmaker trentino fuggito a Londra, che ha trovato nella musica la sua ragione d’esistere.
la loro musica ricorda un po’ i The Black Keys (che io a-do-ro) e la mia canzone preferita è Nowhere To Hide. potete ascoltare l’intera discografia sul loro sito.
magari mi capiterà di vederli live, sarebbe bello!

due: Christopher Lee + Kristine Songco.
una coppia mitica! lui un illustratore bravissimo, lei una blogger cuoca.
oltre ad essere bellissimi e tenerissimi, hanno un blog che tengono insieme (in realtà credo scriva sempre Kristine) e nel quale postano tutto ciò che fanno, dai macarons alle cartoline illustrate (in vendita qui), dai loro viaggi alle feste di compleanno..con bellissime foto! (:
bello davvero, tanti spunti e tante idee da cui lasciarsi ispirare!

la terza cosa bellissima è lo short movie di oggi: BIKES – Crashing into love di Raoul Paulette.

[vimeo 12932608 w=600&h=500]
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

s**t!

mi si è cancellato tutto!
stavo scrivendo un post (del quale, devo dire, ero anche piuttosto soddisfatta) che non leggerete mai..di riscriverlo non se ne parla proprio. non ora, almeno.

anzi, oggi sciopero anche dallo short movie.
vi beccate una mia illustrazione, che ci sta proprio bene stasera.
tiè.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

la fine del mondo

per fortuna oggi non è arrivata, altrimenti tutti i miei sforzi sarebbero stati inutili..
mi chiedo se davvero c’è qualcuno che crede a tutte queste false profezie o se, in cuor loro, anche i catastrofisti sanno (speriamo) che non c’è nulla di vero.

btw, il mondo c’è ancora, il che vuol dire che BigRock continua ad esistere. posso continuare a lavorare sul mio progetto.

ieri ho iniziato a costruire il mio curriculum vitae. voglio farlo ad hoc per questa occasione, voglio che non sia palloso, ma di consultazione piacevole..senza dimenticare che deve essere esaustivo e dettagliato. voglio che attiri l’attenzione dei giudici che decideranno quale candidato selezionare, tra i tanti.

la parte che mi sta dando più problemi è proprio l’organizzazione dei contenuti, mentre per il layout e lo stile grafico ho già trovato una soluzione che mi piace e di cui vi do un assaggino.

che ne dite? lo sento molto mio come stile, sono contenta di come sta venendo.
la font della scritta ‘curriculum vitae’ l’ho fatta io un po’ di tempo fa, giocando con una bellissima app per iPad.
la scritta col mio nome e cognome invece l’ho realizzata modellando a mano delle lettere di plastilina, fotografandole una ad una per poi assemblarle.

mi diverte molto fare questo tipo di cose, usare le mani per creare, modellare, dare vita a qualcosa.
le mie mani, per quanto tozze e poco femminili, sono l’unica parte del mio corpo che non cambierei per nulla al mondo.

Today’s short movie: Blik by Polder Animation.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

eh già, mi manca un blog..

Requisiti. 

Per partecipare bisogna avere un’età compresa tra 18 e 23 anni.
22, ci sono dentro.

Il diploma della scuola superiore,
pervenuto.

un curriculum dettagliato.
ci sto lavorando.

Una lettera con le motivazioni.
non mi sarà difficile scriverla.

Esperienza di video blog.
a posto anche qui (Vimeo i♥u)

Conoscenza di base dei formati video e dei formati di esportazione per il web.
a qualcosa mi è servito studiare.

Esperienza di editing d’immagine e video
ci siamo.

e almeno un’esperienza personale di blog.
AHIA. mi manca un blog.

anche gli ultimi due requisiti, buona capacità relazionale in lingua inglese e proposta di uno script, di un’idea sintetizzata in poche righe, per un video di 30 secondi non costituiscono un limite.

ma il blog! quello si.
e sarà un blog a fermarmi? no di certo.
ecco, dunque, perchè sono qui a scrivere.

vi racconto, giorno per giorno, il sudore e la passione che, da qui al 15 giugno (deadline ufficiale per la consegna), mi porteranno a fare richiesta di una borsa di studio (messa in palio da Repubblica.it) per un fantastico master in computer grafica presso la scuola BigRock di Treviso.

dieci giorni da blogger posson bastare?
speriamo..

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,