I’m back!

eccomi di nuovo (: sto molto meglio e la voglia di scrivere è tornata.
oggi voglio parlarvi di un bel festival che si è svolto in questi giorni qui in Trentino e che si conclude oggi.

si chiama Drodesera (Dro de sera- Dro è la città in cui si svolge) ed è un evento molto particolare che ogni estate rende viva Centrale Fies, un’ex centrale idroelettrica dedicata ora ad eventi teatrali e feste di vario tipo..è una location molto molto molto suggestiva che ogni volta mi lascia a bocca aperta per quanto è bella (è infatti qui che mi piacerebbe ambientare la mia tesi di fine Alta Formazione..ma questa è un’altra storia..a proposito..ho dato ieri l’ultimo esame ‘didattico’!)

Drodesera promuove le arti teatrali con un gusto che, da non intenditrice di teatro, mi sembra molto spinto sulla sperimentazione e la ricerca di nuovi linguaggi. gli spettacoli sono molto incisivi, con messaggi forti e con modalità spesso bizzarre. per esempio, c’è uno spettacolo mono-spettatore. viene ripetuto più volte durante la serata, ma sempre solo con uno spettatore (indispensabile prenotare!)  che è coinvolto attivamente, perchè è lui a dover raccontare un suo incubo, in cambio di un amuleto..

lo spettacolo a cui ho assistito qualche sera fa, sangue sul collo del gatto, interpretato dalla bravissima compagnia teatrale Accademia degli Artefatti, mi ha davvero coinvolta ed entusiasmata. Attori bravissimi mi hanno portata in un mondo tragicomico, dove l’unico e fondamentale elemento di scenografia era un casa in legno, stile americano, rotante su una pedana..l’atmosfera era quindi ad ogni scena sempre differente, nonostante gli elementi fossero sempre gli stessi.

Anche la zona esterna di Centrale Fies è meravigliosa..fuori è possibile mangiare, ascoltare musica live, chiacchierare appoggiandosi a bobine di rame (vuote) trasformate in tavolini o semplicemente osservare rapiti gli alberi pieni di lucine bianche o le proiezioni dei retroscena del festival..

bellissimo, chiunque non sappia cosa fare stasera, se è in zona, dovrebbe proprio farci un salto..
l’unica cosa che cambierei è il menù della lounge zone ..aggiungendo qualcosa di adatto a noi vegani (;

short movie di oggi: un piccolo trailer del festival, che rende molto l’idea dell’atmosfera e dello stato d’animo che molti degli spettacoli ti attaccano addosso e di quanto strambo sia questo festival.

[vimeo 45066514 w=600&h=500]
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: